Università del Salento

Collegamenti ai contenuti della pagina:
unisalento-theme-il-contenuto-pagina
Il menu di navigazione
Motore di ricerca
Area Riservata
Accessibilità






unisalento-theme-contenuto-della-pagina [Inizio pagina]

News

  12.10.2018 - Settimana del Lavoro: messaggio del Rettore

Carissimi,

vi ricordo che dal 15 al 19 ottobre si svolgerà la settima edizione della "Settimana del Lavoro", in programma nell'edificio "Aldo Romano" del complesso Ecotekne. L'iniziativa vede questa volta la partecipazione di oltre 60 imprese di ogni settore e dimensione, sia del territorio che nazionali e multinazionali, che desiderano incontrare e selezionare nel nostro Ateneo collaboratori in possesso di alta formazione. Per studenti, laureandi e laureati - che potranno intervenire e proporre le loro competenze e i loro CV - è quindi un'occasione preziosa non soltanto per trovare opportunità di lavoro ma anche per una prima conoscenza delle realtà produttive e delle dinamiche del reclutamento.
In programma inoltre: lunedì 15 una tavola rotonda dedicata alle nuove professionalità e alle sfide per la formazione (con la partecipazione, tra gli altri, della Vicepresidente dell'Anvur); martedì 16 la presentazione del premio regionale #studioinpugliaperché, che da quest'anno premia anche i più meritevoli laureati delle Università pugliesi che decidono di iscriversi a un corso di laurea magistrale nelle stesse Università; mercoledì 17 un "Career lab" che prepara gli studenti alla redazione di un CV efficace e presenta il Festival delle Carriere Internazionali.
Sinora hanno aderito complessivamente a questa iniziativa - un nostro progetto finanziato dalla Regione Puglia - circa 200 imprese, molte delle quali hanno partecipato a più edizioni. Circa il 30% sono grandi imprese con oltre 250 dipendenti, e per il 45% si tratta di imprese del territorio anche di piccole dimensioni. "La Settimana del Lavoro" sta divenendo quindi punto di riferimento per una vasta platea di datori di lavoro e un'occasione importante per studenti e laureati.
Anche per questo vi invito a segnalare l'iniziativa a studenti e dottorandi.

Un caro saluto,
Vincenzo Zara