Università del Salento

Collegamenti ai contenuti della pagina:
unisalento-theme-il-contenuto-pagina
Il menu di navigazione
Motore di ricerca
Area Riservata
Accessibilità






unisalento-theme-contenuto-della-pagina [Inizio pagina]

SBOCCHI OCCUPAZIONALI

Il Corso di Laurea in Scienze e Tecnologie per l’Ambiente intende formare figure professionali con un’adeguata padronanza di metodi e contenuti scientifici generali, nonché l'acquisizione di specifiche conoscenze professionali. Il Corso di Laurea non prevede un’articolazione in curricula o orientamenti legati a specifici ambiti delle scienze ambientali, ma piuttosto intende formare laureati con una solida preparazione di base e buone competenze tecnico-operative, basate su una cultura sistemica di ambiente e una buona pratica del metodo scientifico per l'analisi di componenti e fattori di processi, sistemi e problemi riguardanti l'ambiente, sia naturale, sia modificato dagli esseri umani.

Il Laureato in Scienze e Tecnologie per l'Ambiente sara' capace di collaborare, con compiti tecnico-operativi: - in attivita' di rilevamento, classificazione, analisi di componenti abiotiche e biotiche di ecosistemi naturali, acquatici e terrestri;
- nell'analisi e nel monitoraggio di sistemi e processi ambientali gestiti dagli esseri umani, nella prospettiva della sostenibilità e della prevenzione, ai fini della promozione della qualita' dell'ambiente;
- in attivita' svolte nei parchi e riserve naturali, in musei scientifici e centri didattici.
Per acquisire maggiore autonomia e maggiori livelli di responsabilita' nello svolgimento di alcune delle attivita' e funzioni elencate e' necessario un costante aggiornamento nel campo legislativo e delle tecnologie disponibili e una integrazione delle conoscenze per approfondire tematiche specifiche attraverso corsi post-lauream.

Il Laureato in Scienze e Tecnologie per l'Ambiente avra' competenze tecnico-operativo in diversi ambiti delle Scienze Ambientali quali ad esempio l'ambito della conservazione della natura e delle sue risorse e della contabilita' ambientale, oltre al supporto alla gestione ambientale con un'adeguata conoscenza degli aspetti normativi della normativa ambientale.
Per lo sviluppo delle funzioni in contesto lavorativo, sono richieste le seguenti competenze ed abilita':
- Capacita' di utilizzare metodologie adeguate e aggiornate
- Capacita' di collaborare nella definizione di disegni di campionamento
- Capacita' di eseguire in maniera corretta le operazioni di campionamento e rilevamento
- Conoscenza e capacita' di utilizzare sistemi informativi geografici
- Capacita' di produrre relazioni tecniche
Inoltre, il Laureato in Scienze e Tecnologie per l'Ambiente e' in grado di lavorare in gruppi interdisciplinari e di relazionarsi ed interagire con altri laureati in altre discipline.
 
Gli sbocchi occupazionali del Laureato in Scienze e Tecnologie per l'Ambiente riguardano le attività tecniche e di collaborazione presso Amministrazioni locali, Organizzazioni pubbliche e Societa' private in materia di:
- campionamento, monitoraggio ed analisi integrata di matrici ambientali nelle loro componenti abiotiche e biotiche degli ecosistemi e dei processi ambientali connessi grazie alle competenze acquisite nelle aree di apprendimento biologica, ecologica, scienze della terra e chimiche;
- supporto nella valutazione dello stato dei sistemi ecologico-ambientali e nella gestione e pianificazione ambientale e territoriale per la sostenibilita' grazie alle competenze acquisite nelle aree di apprendimento biologica, ecologica, scienze della terra e chimiche;
- collaborazione nella gestione delle problematiche ambientali del sistema produttivo e nella valutazione degli impatti grazie alle competenze acquisite nelle aree di apprendimento biologica, ecologica, chimiche ed economico-giuridica;
- servizi nei sistemi ambientali degli enti territoriali che si occupano di ambiente (amministrazioni pubbliche, ARPA, AUSL, organizzazioni sindacali ecc.) a supporto di studi di impatto, valutazione della salute dei sistemi ecologico-ambientali, processi di contabilita' ambientale grazie alle competenze acquisite nelle aree di apprendimento biologica, ecologica, chimiche, scienze della terra ed economico-giuridica;
- supporto nelle attivita' di recupero degli ambienti degradati e loro ripristino grazie alle competenze acquisite nelle aree di apprendimento biologica, ecologica, chimica, scienze della terra.

Le professioni regolate dalla Legge a cui il Laureato in Scienze e Tecnologie per l'Ambiente puo' accedere previo esame e/o tirocinio sono (DPR 328/2001 e DM 386/2007 allegato 2):
- pianificatore junior (sezione B albo professionale ordine architetti pianificatori, paesaggisti e conservatori);
- biologo junior (sezione B albo professionale dell'ordine dei biologi);
- agrotecnico laureato;
- perito agrario laureato.
In aggiunta il Laureato in Scienze e Tecnologie per l'Ambiente puo' collaborare nella redazione di studi di impatto ambientale, si puo' occupare di controllo qualita' e produzione ecosostenibile, di monitoraggio ambientale (aria, acqua, suolo), e di supporto nella gestione di Sistemi Informativi Territoriali e cartografia tematica.
Per acquisire maggiore autonomia e maggiori livelli di responsabilita' nello svolgimento di alcune delle attivita' e funzioni elencate e' comunque necessario un costante aggiornamento nel campo legislativo e delle tecnologie disponibili e una integrazione delle conoscenze per approfondire tematiche specifiche attraverso corsi post-lauream.