Università del Salento

Collegamenti ai contenuti della pagina:
unisalento-theme-il-contenuto-pagina
Il menu di navigazione
Motore di ricerca
Area Riservata
Accessibilità






unisalento-theme-contenuto-della-pagina [Inizio pagina]

Esame di accesso

L’accesso al Corso di Laurea in Scienze Motorie e dello Sport è a numero programmato di iscritti.

Per l’anno accademico 2018/2019 è programmato un massimo di 180 studenti.

Una parte dei posti disponibili sarà riservata ad atleti agonisti di alto livello, ovvero ad atleti che svolgono attività agonistica in una delle discipline presenti in sede di competizioni olimpioniche, con una continuità certificabile almeno in riferimento all'ultimo quadriennio e nell'ambito di una Federazione Sportiva riconosciuta dal C.O.N.I. Il candidato può appartenere sia alla categoria juniores, che seniores, pertanto, non si pongono limiti di età.
Il candidato dovrà presentare, presso i competenti uffici dell’Università, idonea certificazione della Federazione Sportiva di appartenenza che attesti la partecipazione dell'atleta, nell'ultimo quadriennio di attività, alle competizioni internazionali (campionati europei e mondiali riconosciuti dalla corrispondente federazione internazionale) della Squadra Nazionale, ovvero, dalla quale risulti che trattasi di “Atleta di interesse nazionale”.
Ogni dichiarazione o attestazione dovrà essere tassativamente rilasciata dagli organi competenti della federazione sportiva deputata. Dette attestazioni verranno valutate dal Comitato per lo Sport Universitario, ai fini della conferma del possesso del requisito.
Il numero dei posti riservati ad atleti agonisti di alto livello e i criteri di ammissione ad essi relativi verranno indicati nel bando di ammissione.

L’accesso al Corso per coloro che non si collocano nella categoria degli “atleti agonisti di alto livello” è subordinato al superamento di una prova di ammissione selettiva che si svolgerà secondo le modalità di seguito dettagliate:

1) Titolo di studio idoneo per l'accesso alla prova di ammissione e preparazione iniziale richiesta
- Diploma di scuola secondaria di secondo grado o di altro titolo di studio conseguito all'estero, riconosciuto idoneo.
- Buone conoscenze di base, a livello dei programmi di scuola secondaria di II grado, di Matematica e Fisica, Chimica e Biologia, Logica e Cultura generale.

2) Modalità di selezione e materie oggetto della prova di ammissione
La prova di ammissione è costituita da un test selettivo a risposta multipla su conoscenze di base, a livello dei programmi di scuola secondaria di II grado, di Matematica e Fisica, Chimica e Biologia, Logica e Cultura generale.
La prova ha valore selettivo e concorre, con il voto del diploma di scuola secondaria di secondo grado, al punteggio complessivo di ammissione. Qualora non sia raggiunto il numero programmato, la prova avrà valore di valutazione della preparazione iniziale.

3) Criterio di valutazione della prova di ammissione
Per la valutazione della prova sarà attribuito un punteggio positivo (+1) per ogni risposta esatta, un punteggio negativo (- 0,25) per ogni risposta errata e nessun punteggio in caso di risposta non data o nulla.

4) Settori scientifico-disciplinari (SSD) e obblighi formativi aggiuntivi (OFA)
Le materie oggetto della prova ricadono nei seguenti settori scientifico-disciplinari nei quali potranno essere assegnati gli obblighi formativi aggiuntivi (OFA):
- FIS/* (> Fisica),
- CHIM/* (> Chimica),
- BIO/13 (> Biologia).
Gli OFA verranno assegnati sulla base del criterio seguente: si procederà alla valutazione dei singoli SSD di cui si compone la prova di ammissione e all'assegnazione di OFA nel SSD esaminato soltanto se la percentuale di risposte esatte nello stesso SSD risulti inferiore al 40%.
Per il recupero degli OFA assegnati a seguito della prova di ammissione, gli studenti saranno tenuti al superamento di una verifica preliminare che sarà effettuata al momento dell'esame di profitto relativo al SSD corrispondente, secondo quanto di seguito indicato:
- OFA nel SSD FIS/* > Esame di “Fisica applicata con elementi di biomeccanica”;
- OFA nel SSD CHIM/* > Esame di “Biochimica”;
- OFA nel SSD BIO/13 > Esame di “Biologia umana”.

5) Criterio di formulazione della graduatoria di ammissione
A conclusione della prova è redatta una graduatoria formulata sulla base del punteggio (P) risultante dalla valutazione della Prova di verifica della preparazione iniziale e del voto di Diploma di scuola secondaria di secondo grado così calcolato:
P = T + 20 * D
dove T è il punteggio conseguito nella prova (calcolato così come descritto nella sezione Criterio di valutazione della prova di ammissione) e D è il punteggio derivante dalla valutazione del voto di diploma secondo la seguente formula:
D = (Voto Massimo Conseguibile - Voto Minimo Conseguibile) / (Voto Conseguito - Voto Minimo Conseguibile)
Al voto di diploma minimo corrisponderanno 0 punti ovvero un valore di D nullo e quindi un punteggio finale (P) coincidente con il punteggio conseguito nella prova (T).
Il Punteggio P = T + 20 * D ottenuto dal candidato sarà incrementato di 0,03 punti nell'eventualità che il voto di diploma conseguito dallo stesso sia 100 con lode.
In caso di parità di punteggio finale tra due o più candidati, prevarrà il più giovane di età.